Pirandello 2.0

Uno, nessuno e centomila

“Uno, nessuno e centomila”

Il progetto è nato per dare un’interpretazione personale e diversa dai ritratti che vedo, sempre belli, chiari e perfetti, riflettendo su un concetto che ultimamente mi sta colpendo molto che riguarda la società di oggi: nonostante la vicinanza multimediale, stiamo diventando sempre più individualisti, costretti a recitare parti diverse a seconda del contesto nel corso della nostra giornata.

Ho provato e cerco di mostrare ciò che per me è l’alienazione che abbiamo verso noi stessi, verso il nostro ego e, di conseguenza, verso la realtà che siamo “costretti” ad affrontare con diverse maschere nella vita di tutti i giorni soffocando le nostre stranezze e diversità che ci rendono unici. Ecco perché ho chiesto ai soggetti di parlarmi un po ‘di loro, anche se brevemente, e di fare ciò che volevano dietro il vetro. Alla fine ho fatto scegliere a loro le foto.

Il vetro bagnato e opaco crea un ulteriore strato un po’ mistico che dà un’ulteriore sensazione di estraniamento dalla realtà come il velo di Maya. Questo velo separa noi esseri umani dalla vera percezione del reale, questa è la funzione del vetro.

Francesco Nigi 
Via volta 17 Castelfiorentino (FI)
3499456095
Part. IVA 06777010486
info@francesconigi.com
francesconigi.com